Sbiancamento Dentale

Sbiancamento Dentale

Le moderne tecniche di sbiancamento dentale permettono non solo di far tornare i denti al colore naturale, eliminando così tutte le macchie, comprese le più profonde, ma anche di renderli più bianchi, virando così a tonalità decisamente più chiare in totale sicurezza, come stabilito ormai da tutta la letteratura mondiale.

L’assunzione normale di alimenti definiti “cromogeni”, come caffè, thè, cola e vino rosso, il fumo di sigaro o sigaretta ed alcuni farmaci tendono, nel tempo, a cambiare notevolmente il colore originale dei denti, dando origine a macchie e denti più scuri, rendendoli gialli e spenti.

La tecnica maggiormente utilizzata si esegue direttamente nello studio dentistico e viene per questo definita “sbiancamento dei denti alla poltrona”. Questa procedura sfrutta l’azione di agenti sbiancanti chimici ad alta concentrazione, potenziati da specifiche lampade che ne favoriscono l’azione in profondità. Il mezzo sbiancante più diffuso è costituito da un gel a base di perossido di idrogeno al 35-38% circa, che una volta esposto a particolari fonti luminose si attiva liberando ossigeno. Una volta liberato, questo gas penetra nella struttura del dente, innescando reazioni di ossido-riduzione che scompongono le molecole delle macchie in composti più piccoli, incolori e facilmente eliminabili.